10.05.2024 – Presentato l’accordo di programma per la realizzazione della rotatoria del “Barbesin”

Dettagli della notizia

Presentato l’accordo di programma con Veneto Strade per la realizzazione della rotatoria nota con il nome di “Barbesin”.

Data:

10 Maggio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

Nella seduta della III Commissione consiliare “Area tecnica-Lavori pubblici” che si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri è stato presentato l’accordo di programma con Veneto Strade per la riqualificazione dell’incrocio tra la SR53 Postumia, via Montebelluna di Salvarosa e via del Commercio, con la realizzazione della rotatoria nota con il nome di “Barbesin”.

È questo di fatto il terzo dei quattro interventi diretti inseriti nel programma viabilistico dell’Amministrazione comunale lungo la trafficata Strada Regionale che ha per obiettivo quello di accrescere la sicurezza e lo scorrimento del traffico con la riduzione della congestione e dell’inquinamento a vantaggio dei residenti della zona ma più in generale dell’intero territorio. Un risultato frutto della sinergia e del constante dialogo tra Amministrazione cittadina e Governo regionale attraverso la vicepresidenza ed il consigliere regionale castellano.

Un intervento atteso che ha mosso i primi passi a fine 2020 ed ora, dopo l’inserimento nel programma triennale dei Lavori pubblici del 2022, con lo schema di aggiornamento e l’accordo di programma, si avvia alla fase esecutiva che potrebbe vedere, nella metà del prossimo anno, l’apertura dei cantieri.  La rotatoria che andrà a sostituire il semaforo sull’intersezione tra la SR53, via del Commercio e via Montebelluna (zona caratterizzata dalla presenza di attività commerciali e ricettive allocate in ciascuno dei quadranti), sarà arricchita da un sottopassaggio ciclopedonale collegato alla rete ciclabile cittadina che porrà in piena sicurezza l’attraversamento dell’arteria.

Il finanziamento dell’opera, alla pari delle due precedenti rotatorie realizzate lungo la Circonvallazione castellana, prevede la co-partecipazione diretta dei costi della Regione Veneto ed il trattenimento di una parte delle sanzioni semaforiche destinate a Veneto Strade.  Costo dell’intervento è previsto in 1.870.000 euro finanziato per 1 milione di euro dalla Regione Veneto tramite Veneto Strade (con intervento diretto di ANAS), 700 mila euro provenienti dalle contravvenzioni degli impianti di rilevazione semaforica (incassate a da incassare) e 170 mila euro inseriti nel bilancio comunale. Al Comune, tra le altre, spetta la progettazione esecutiva dell’opera e l’intero iter che porterà all’attesa soluzione delle congestioni viabilistiche nella zona.

La delibera con l’accordo di programma sarà ora oggetto dell’approvazione del Consiglio comunale in programma lunedì prossimo 13 maggio.

Ultimo aggiornamento: 01/07/2024, ore 14:39

Skip to content